Il giornale di Bavari e dei Bavaresi
Thursday September 20th 2018
Blog on-line del supplemento ad AcliGenova "Il Dragobuono" magazine di attualità, politica, cultura, spiritualità edito dal Circolo A.C.L.I SanGiorgio di Bavari. Associazione laicale cristiana di promozione sociale (L.383/07-12-2000) fondata in Bavari come Società Operaia Cattolica di mutuo soccorso il 4 maggio 1913 Direzione,redazione,amministrazione: Via Benito Merlanti,3 - 16133 Genova-Bavari Recapiti telefonici:0103450785 - 0103450496 email: redazione@aclibavari.org C.F. 80101310102

BAVARI INSIEME: amicizia e solidarietà

Foto di gruppo

Foto di gruppo della squadra vincitrice

L’avventura di “BAVARI INSIEME” è ricominciata, dopo ben quattordici anni, in una sera di metà aprile, quando le “storiche” associazioni che compon­gono il tessuto sociale del nostro paese si sono riunite presso il Cir­colo A.C.L.I. per discu­tere la propo­sta, avanzata dagli stessi aclisti ba­varesi, di ridare vita a questa ma­ni­festazione popolare, che proprio lì, in quegli stessi locali, era stata ide­ata nel 1986 dal compianto presi­dente del Circolo Livio Greco. Ricevuto l’assenso e il convinto so­stegno degli altri sodalizi locali, si è anzitutto proceduto a formare un comitato promotore con l’incarico di allestire la simpatica e avvincente kermesse ludico-spor­tiva.

La fase di gestazione è stata con­trassegnata da una serie di incontri preparatori, che hanno toccato la gran parte delle sedi delle associa­zioni coinvolte, con un livello di par­tecipazione sempre molto alto. Sa­rebbe molto positivo se questo si­gnificativo patrimonio di risorse umane non andasse disperso e nemmeno “con­gelato” per un anno, ma fosse il fondamento già robusto su cui costruire un forum perma­nente del terzo set­tore (associazio­nismo, volontariato, cooperazione) all’interno della nostra comunità.

“BAVARI INSIEME” è partito alle ore 14 di domenica 28 giugno con una appassionante caccia al tesoro a cui hanno preso parte ben quaranta concorrenti, soprattutto giovani, fra cui hanno brillato quelli schierati dalla Coop. Alta Valle Sturla, autori di un’eccellente performance, seguiti dal Circolo ACLI (2°) e dalla Boc­cio­fila (3°). La sera successiva (con fi­nali disputate il mercoledì) si è svolta la tradizionale gara a bocce, in cui si è imposto il Circolo Cacciatori, che ha avuto la meglio sulla Coop. AVS. Spettacolari le due serate di martedì 30 giugno, presso il Circolo ACLI, e di giovedì 2 luglio, presso il Giardino SOMS: la gimkana in carriola ha visto il Genoa Club piazzarsi al primo posto, la Coop. AVS al se­condo e la Croce Azzurra al terzo; mentre il concorso del “Musi­chiere” ha visto prevalere il Circolo ACLI al termine di una tiratis­sima fi­nale con la Croce Azzurra. I Cac­ciatori hanno dominato lo spassoso gioco dell’uovo pazzo, seguiti dai comunque validissimi tiratori dell’Associazione “Ariosto” e della Coop. AVS; nella corsa nei sacchi ha avuto la meglio il Circolo ACLI (alle sue spalle la Croce Azzurra e la Confraternita S. Bernardo); la prova dell’albero della cuccagna è stata stravinta dalla S.I.B. e il gioco ac­quatico riservato ai bambini dal Ge­noa Club. La sera di venerdì 3 luglio, nella gradevolissima cornice del maneggio S.I.B. a Montelungo, in un ambiente immerso nella natura, i padroni di casa si sono aggiudicati il concorso ippico (secondo posto per l’Associazione “Ariosto” e terzo per la Confraternita), mentre la Coop. AVS si è classificata prima nell’imprevedibile corsa sugli asini, piazzandosi davanti alla SMS (2°) e alla Confraternita (3°). Al delinearsi della graduatoria finale hanno infine contribuito la caccia al tesoro dei bambini e la gara delle torte di sa­bato 4 luglio: nella prima, primo po­sto per il Circolo ACLI, secondo per la Croce Azzurra e terzo per i Cac­ciatori; nella seconda, medaglia d’oro ex aequo per ACLI e Caccia­tori, argento a pari merito per Croce Azzurra e Coop. AVS, bronzo per Genoa Club e SMS.

La serata di sabato 4 luglio, dinanzi a un folto pubblico, si è svolto lo spettacolo finale di “BAVARI INSIEME”, con le applaudite esibi­zioni delle piccole ballerine della Scuola di Danza del Genoa Club prepa­rate dalla maestra Chiara, del locale gruppo canoro dei “Quat­tro Quarti” e dei “Soggetti Smarriti”. Grande entusiasmo quando, final­mente, è stato proclamato il vincitore della manifestazione: la P.A. Croce Azzurra. Un’autentica ovazione e un tifo da stadio hanno salutato la vittoria che, come è stato giusta­mente sottolineato, è andata a pre­miare quell’associazione che, senza far torto a nessuno, più di tutte si pone al costante servizio della col­lettività, disponendo peraltro di un gruppo di giovani e giovanissimi molto coeso e affiatato. Con una certa emozione, il presidente Mario Maniero (segretario del comitato promo­tore e fin dalla prima ora attivo sostenitore di “BAVARI INSIEME”), attorniato dai suoi militi, ha ritirato il gonfalone riproducente l’antico stemma comunale di Bavari. Sul se­condo gradino del podio, meritata­mente, il Circolo ACLI “S. Giorgio” e, buona terza, la Cooperativa Alta Valle Sturla, che hanno conteso fino in fondo l’ambito palio alla Pubblica Assistenza, dando prova di determi­nazione, bravura e lealtà sportiva.

L’obiettivo di “BAVARI INSIEME” non è stato soltanto ricreativo. I pro­venti della manifestazione ( 2539) sono stati destinati alle popolazioni terremotate della Regione Abruzzo per il tramite della Protezione Civile. Ciascuna associazione ha versato una con­grua quota e i cittadini hanno incre­mentato la somma attraverso l’acquisto dei biglietti della sottoscri­zione a premi varata per l’occasione. Il duplice fine sociale e umanitario ha infatti sempre contraddistinto, fin dalla sua origine, questa bella “olim­piade strapaesana”, come è stata definita sui giornali genovesi.

È doveroso rivolgere un sincero rin­graziamento alle autorità ammini­stra­tive e, nella fattispecie, al Vice Sin­daco Paolo Pissarello e al Presi­dente del Municipio IX Levante Francesco Carleo, che si sono atti­vati per rin­viare di una settimana la chiusura per lavori di via Serra di Bavari, evitando serie ripercussioni sulla buona riu­scita della kermesse; un grazie di cuore anche a tutti co­loro (si tratta, fra adulti, giovani, ra­gazzi e bambini, non di decine ma di qualche centinaio di persone) che con la loro presenza e il loro coin­volgimento diretto e indiretto nei gio­chi, hanno reso possibile e in­dimen­ticabile questi sette giorni di di­verti­mento e di solida­rietà; e, nell’ambito della comunità parroc­chiale, un plauso ai giovani dirigenti del Circolo ACLI che si sono spesi con grande passione per ridare vita a “BAVARI INSIEME”, fungendo da ca­pofila di un gruppo di asso­ciazioni, per mezzo di ciascuna delle quali è stata scritta una bella pagina di cro­naca – e forse di storia – del nostro amato paese.

Estratto da “Il nuovo Campanile” – Bollettino parrocchiale di S. Giorgio di Bavari – Estate 2009

L’avventura di “BAVARI INSIEME” è ricominciata, dopo ben quattordici anni, in una sera di metà aprile, quando le “storiche” associazioni che compon­gono il tessuto sociale del nostro paese si sono riunite presso il Cir­colo A.C.L.I. per discu­tere la propo­sta, avanzata dagli stessi aclisti ba­varesi, di ridare vita a questa ma­ni­festazione popolare, che proprio lì, in quegli stessi locali, era stata ide­ata nel 1986 dal compianto presi­dente del Circolo Livio Greco. Ricevuto l’assenso e il convinto so­stegno degli altri sodalizi locali, si è anzitutto proceduto a formare un comitato promotore con l’incarico di allestire la simpatica e avvincente kermesse ludico-spor­tiva.

La fase di gestazione è stata con­trassegnata da una serie di incontri preparatori, che hanno toccato la gran parte delle sedi delle associa­zioni coinvolte, con un livello di par­tecipazione sempre molto alto. Sa­rebbe molto positivo se questo si­gnificativo patrimonio di risorse umane non andasse disperso e nemmeno “con­gelato” per un anno, ma fosse il fondamento già robusto su cui costruire un forum perma­nente del terzo set­tore (associazio­nismo, volontariato, cooperazione) all’interno della nostra comunità.

BAVARI INSIEME” è partito alle ore 14 di domenica 28 giugno con una appassionante caccia al tesoro a cui hanno preso parte ben quaranta concorrenti, soprattutto giovani, fra cui hanno brillato quelli schierati dalla Coop. Alta Valle Sturla, autori di un’eccellente performance, seguiti dal Circolo ACLI (2°) e dalla Boc­cio­fila (3°). La sera successiva (con fi­nali disputate il mercoledì) si è svolta la tradizionale gara a bocce, in cui si è imposto il Circolo Cacciatori, che ha avuto la meglio sulla Coop. AVS. Spettacolari le due serate di martedì 30 giugno, presso il Circolo ACLI, e di giovedì 2 luglio, presso il Giardino SOMS: la gimkana in carriola ha visto il Genoa Club piazzarsi al primo posto, la Coop. AVS al se­condo e la Croce Azzurra al terzo; mentre il concorso del “Musi­chiere” ha visto prevalere il Circolo ACLI al termine di una tiratis­sima fi­nale con la Croce Azzurra. I Cac­ciatori hanno dominato lo spassoso gioco dell’uovo pazzo, seguiti dai comunque validissimi tiratori dell’Associazione “Ariosto” e della Coop. AVS; nella corsa nei sacchi ha avuto la meglio il Circolo ACLI (alle sue spalle la Croce Azzurra e la Confraternita S. Bernardo); la prova dell’albero della cuccagna è stata stravinta dalla S.I.B. e il gioco ac­quatico riservato ai bambini dal Ge­noa Club. La sera di venerdì 3 luglio, nella gradevolissima cornice del maneggio S.I.B. a Montelungo, in un ambiente immerso nella natura, i padroni di casa si sono aggiudicati il concorso ippico (secondo posto per l’Associazione “Ariosto” e terzo per la Confraternita), mentre la Coop. AVS si è classificata prima nell’imprevedibile corsa sugli asini, piazzandosi davanti alla SMS (2°) e alla Confraternita (3°). Al delinearsi della graduatoria finale hanno infine contribuito la caccia al tesoro dei bambini e la gara delle torte di sa­bato 4 luglio: nella prima, primo po­sto per il Circolo ACLI, secondo per la Croce Azzurra e terzo per i Cac­ciatori; nella seconda, medaglia d’oro ex aequo per ACLI e Caccia­tori, argento a pari merito per Croce Azzurra e Coop. AVS, bronzo per Genoa Club e SMS.

La serata di sabato 4 luglio, dinanzi a un folto pubblico, si è svolto lo spettacolo finale di “BAVARI INSIEME”, con le applaudite esibi­zioni delle piccole ballerine della Scuola di Danza del Genoa Club prepa­rate dalla maestra Chiara, del locale gruppo canoro dei “Quat­tro Quarti” e dei “Soggetti Smarriti”. Grande entusiasmo quando, final­mente, è stato proclamato il vincitore della manifestazione: la P.A. Croce Azzurra. Un’autentica ovazione e un tifo da stadio hanno salutato la vittoria che, come è stato giusta­mente sottolineato, è andata a pre­miare quell’associazione che, senza far torto a nessuno, più di tutte si pone al costante servizio della col­lettività, disponendo peraltro di un gruppo di giovani e giovanissimi molto coeso e affiatato. Con una certa emozione, il presidente Mario Maniero (segretario del comitato promo­tore e fin dalla prima ora attivo sostenitore di “BAVARI INSIEME”), attorniato dai suoi militi, ha ritirato il gonfalone riproducente l’antico stemma comunale di Bavari. Sul se­condo gradino del podio, meritata­mente, il Circolo ACLI “S. Giorgio” e, buona terza, la Cooperativa Alta Valle Sturla, che hanno conteso fino in fondo l’ambito palio alla Pubblica Assistenza, dando prova di determi­nazione, bravura e lealtà sportiva.

L’obiettivo di “BAVARI INSIEME” non è stato soltanto ricreativo. I pro­venti della manifestazione ( 2539) sono stati destinati alle popolazioni terremotate della Regione Abruzzo per il tramite della Protezione Civile. Ciascuna associazione ha versato una con­grua quota e i cittadini hanno incre­mentato la somma attraverso l’acquisto dei biglietti della sottoscri­zione a premi varata per l’occasione. Il duplice fine sociale e umanitario ha infatti sempre contraddistinto, fin dalla sua origine, questa bella “olim­piade strapaesana”, come è stata definita sui giornali genovesi.

È doveroso rivolgere un sincero rin­graziamento alle autorità ammini­stra­tive e, nella fattispecie, al Vice Sin­daco Paolo Pissarello e al Presi­dente del Municipio IX Levante Francesco Carleo, che si sono atti­vati per rin­viare di una settimana la chiusura per lavori di via Serra di Bavari, evitando serie ripercussioni sulla buona riu­scita della kermesse; un grazie di cuore anche a tutti co­loro (si tratta, fra adulti, giovani, ra­gazzi e bambini, non di decine ma di qualche centinaio di persone) che con la loro presenza e il loro coin­volgimento diretto e indiretto nei gio­chi, hanno reso possibile e in­dimen­ticabile questi sette giorni di di­verti­mento e di solida­rietà; e, nell’ambito della comunità parroc­chiale, un plauso ai giovani dirigenti del Circolo ACLI che si sono spesi con grande passione per ridare vita a “BAVARI INSIEME”, fungendo da ca­pofila di un gruppo di asso­ciazioni, per mezzo di ciascuna delle quali è stata scritta una bella pagina di cro­naca – e forse di storia – del nostro amato paese.

Estratto da “Il nuovo Campanile” – Bollettino parrocchiale di S. Giorgio di Bavari – Estate 2009



Better Tag Cloud