Il giornale di Bavari e dei Bavaresi
Tuesday September 18th 2018
Blog on-line del supplemento ad AcliGenova "Il Dragobuono" magazine di attualità, politica, cultura, spiritualità edito dal Circolo A.C.L.I SanGiorgio di Bavari. Associazione laicale cristiana di promozione sociale (L.383/07-12-2000) fondata in Bavari come Società Operaia Cattolica di mutuo soccorso il 4 maggio 1913 Direzione,redazione,amministrazione: Via Benito Merlanti,3 - 16133 Genova-Bavari Recapiti telefonici:0103450785 - 0103450496 email: redazione@aclibavari.org C.F. 80101310102

IL CASO/Incuria ed esasperazione

Visto l’assoluto abbandono da parte delle istituzioni, sollecitate nel merito dei problemi, ho deciso di fotografare solo i casi più eclatanti dell’incuria che, in alcuni casi da anni in altri da mesi, constatiamo giornalmente nel nostro quartiere.

New jersey abban-donati sul ciglio della strada prima di una curva senza segnala-zioni diurne e notturne. Passano i mesi e anche in un quartiere tranquillo come Bavari cresce l’insofferenza e qualche ineducato, giunto all’esasperazione, ha deciso di lordare con scritte offensive i suddetti new jersey che stazionano inspiegabilmente da oltre sei mesi sul sedime stradale creando difficoltà al traffico veicolare.

Cedimento del sedime stradale e distacco della ringhiera in via alla Chiesa S. Giorgio

Un duplice appello: cancellare quelle scritte vergognose e/o sgombrare il manto stradale da quell’ingombro ai più inspiegabile. Inoltre segnaliamo: In Via alla Chiesa S. Giorgio di Bavari, ringhiera e muro di contenimento strada crollati (e strada che a causa di ciò stà franando, da oltre un anno). In Via Montelungo, riasfaltatura eseguita recentemente, ma senza eliminazione dei problemi strutturali di cedimento dei muri di contenimento strada ( si noti a che altezza si trova la ringhiera).

Via Montelungo, altezza via Poggione

Un’altra segna-lazione, anche se non suf-fragata da foto, riguarda l’assoluto dissesto con buche del manto di asfalto di Via Chiesa S. Giorgio di Bavari: un autentico percorso a ostacoli per chi la deve percorrere. Per non parlare poi della sosta selvaggia, che prosegue fino in Piazza Rotonda a Borgoratti.

ANDREA CEVASCO

Lascia un messaggio

Tu devi essere loggato Inserire un commento.



Better Tag Cloud