Il giornale di Bavari e dei Bavaresi
Wednesday May 23rd 2018
Blog on-line del supplemento ad AcliGenova "Il Dragobuono" magazine di attualità, politica, cultura, spiritualità edito dal Circolo A.C.L.I SanGiorgio di Bavari. Associazione laicale cristiana di promozione sociale (L.383/07-12-2000) fondata in Bavari come Società Operaia Cattolica di mutuo soccorso il 4 maggio 1913 Direzione,redazione,amministrazione: Via Benito Merlanti,3 - 16133 Genova-Bavari Recapiti telefonici:0103450785 - 0103450496 email: redazione@aclibavari.org C.F. 80101310102

Lavori in corso alla «Gioiosa»

Come ormai tutti sanno da tempo, la nostra scuola primaria «Gioiosa» ha dei problemi strutturali, che non sono gravi da mettere in discussione l’incolumità di chi frequenta la scuola, ma urgenti per ripristinare la completa funzionalità dei locali stessi. L’acuirsi di un cedimento dei muri perimetrali (monitorato in verità fin dal 2002) ha causato alcuni mesi fa il trasloco della classe 1a dapprima nella palestra e poi, da qualche settimana, in un locale della materna.

Paolo Pissarello, vicesindaco di Genova

La scuola «Gioiosa» sarà quindi ristrutturata entro la fine di quest’anno scolastico: a questa conclusione si è giunti al termine dell’assemblea pubblica del 12 dicembre che si è tenuta nella sala Malaponte della nostra ACLI. Alla presenza di tutte le autorità direttamente interessate (il Vicesindaco Paolo Pissarello, l’Assessore alle politiche educative Paolo Veardo, il Direttore dell’ufficio patrimonio del Comune di Genova Roberto Valcalda, il Responsabile dei servizi scolastici Clemino Casalgrandi, il Dirigente Scolastico Gino Facen) e davanti ad una platea di tutti i genitori di Bavari e di alcuni rappresentanti del personale scolastico, si è svolto un garbato dibattito.

Il Dirigente Scolastico Gino Facen

L’architetto Valcalda ha illustrato metodologie e tempistiche degli interventi, che potranno partire entro marzo – al termine dell’iter burocratico- e dureranno circa 40 giorni: al termine della discussione al riguardo, si è convenuto che si interverrà a scuola aperta (e non da giugno) per non rischiare di perdere i fondi stanziati, e nel frattempo le classi dei bambini verranno spostate di aula in aula. È una soluzione un po’ invasiva, ma dettata dall’esigenza di terminare prima possibile il disagio della classe I spostata su nella scuola dell’infanzia.

L'Assessore ai servizi scolastici Paolo Veardo

Sia Paolo Pissarello sia Clemino Casalgrandi hanno ribadito l’importanza di fare subito questo lavori, anche per dare importanza definitiva alla scuola di Bavari, che quasi tutti gli anni deve lottare contro le norme ministeriali sulle dimensioni minime delle classi, ma “il Comune darà sempre, per quanto possibile,  priorità ai piccoli plessi collinari, alle sezioni a tempo pieno, alle scuole dell’infanzia”, mentre l’Assessore Paolo Veardo ha puntualizzato con un po’ di amarezza la grossa difficoltà nel racimolare fondi per mantenere il patrimonio scolastico.

L’altra notizia della serata è stata l’ormai imminente apertura dello “Spazio bambine e bambini” (cosiddetta Sezione Primavera) negli ex locali della Croce Azzurra, struttura per la quale l’Assessore si è molto speso in prima persona. Sarà un servizio per l’infanzia (18 -36 mesi), fino a 20 bambini; ci sono solo alcuni piccoli aggiustamenti da fare, a  carico della Cooperativa SABA che ha vinto l’appalto per la gestione: si potrà iniziare presumibilmente da gennaio, dopo un’adeguata “operazione lancio”, nella quale verranno diffuse tutte le notizie utili (orario, costi, servizi aggiuntivi…) a chi ha bambini in età adatta per frequentare questa struttura che potrà fare da volano per la nostra scuola, e che mette al centro dell’attenzione i bambini del nostro paese, che potranno essere accompagnati nella crescita in strutture pensate per loro, per quasi tutti i primi dieci anni della loro vita.

VITTORIO GAMBARDELLA

Lascia un messaggio

Tu devi essere loggato Inserire un commento.



Better Tag Cloud