Il giornale di Bavari e dei Bavaresi
Wednesday May 23rd 2018
Blog on-line del supplemento ad AcliGenova "Il Dragobuono" magazine di attualità, politica, cultura, spiritualità edito dal Circolo A.C.L.I SanGiorgio di Bavari. Associazione laicale cristiana di promozione sociale (L.383/07-12-2000) fondata in Bavari come Società Operaia Cattolica di mutuo soccorso il 4 maggio 1913 Direzione,redazione,amministrazione: Via Benito Merlanti,3 - 16133 Genova-Bavari Recapiti telefonici:0103450785 - 0103450496 email: redazione@aclibavari.org C.F. 80101310102

Amministrative 2012, sfida all’ultimo voto (astensione permettendo…)

Candidati locali, partiti e liste civiche in lizza all’appuntamento elettorale del 6-7 maggio

E anche alle elezioni amministrative 2012, Bavari e l’alta Valle Sturla non restano a braccia conserte. A San Desiderio la Lega Nord, che ha rotto i ponti con il centrodestra un po’ a tutti i livelli, candida Maria Rosa Rossetti, consigliere municipale uscente, alla presidenza del Municipio IX Levante. Tra l’altro, ormai da qualche anno proprio San Desiderio, un tempo infeudato alla sinistra, è divenuto una delle roccaforti locali del partito “nordista”. Non a caso la Lega candida al Municipio, come consigliere, anche un altro abitante di San Desiderio, Giovanni “Gianni” Grosso.

In quel di Bavari, si segnala la candidatura per il Consiglio Comunale della giovanissima Marta Spiller, 19 anni, nella lista del Partito Comunista dei Lavoratori, formazione di estrema sinistra di ispirazione trotzkista (anche nel simbolo appare affine ai vecchi PSIUP e Democrazia Proletaria); mentre Alessandro Mangini, noto rappresentante del mondo dell’associazionismo di area cristiano-sociale (ma anche di area laico-umanitaria), si presenta al Municipio Levante nella lista del Partito Democratico: in teoria, candidato unico sia della parte (preponderante) di PD che proviene dai DS, sia di quella, minoritaria ma non insignificante, dell’ex Margherita. Sarà difficile, per lui, che rivendica con orgoglio radici non solo democristiane ma anche socialiste, conquistare il voto dei cattolici moderati e conservatori.

A proposito di cattolici moderati: un altro bavarese, Andrea Cevasco, pur non essendo candidato (e ci tiene a sottolinearlo onde evitare malintesi), è però tra i fondatori e più convinti promotori della lista di Liguria Moderata, formazione che appoggia il candidato sindaco di centrodestra Pierluigi Vinai. Liguria Moderata, che lancia ami nello specchio elettorale dell’UDC (è sintomatica l’espressione “liberali cristiani” con cui si designano i suoi aderenti), annovera, tra i candidati con maggior chances di elezione, Enrico Cimaschi e Alessandra Aonzo per il Consiglio Comunale, e Giuseppe Di Fiore e Renata Ortolani per quello municipale del Levante.

Il centrosinistra (che schiera, oltre al PD, le liste di Sinistra e Libertà, Italia dei Valori, Partito Socialista Italiano, Federazione della Sinistra, Marco Doria Sindaco, Partito Pensionati), candida alla presidenza del Municipio Nerio Farinelli, cancelliere del Tribunale di Genova, senza tessere in tasca ma simpatizzante di SEL; mentre la candidata ufficiale del Partito Democratico del Levante in Comune è la giovane ingegnere Valeria Garotta (peraltro capolista). Un altro candidato PD ben conosciuto a Bavari, a Fontanegli e nella media-alta Valbisagno è Claudio Villa, consigliere provinciale uscente, che dopo cinque anni a Palazzo Doria-Spinola (ma forte altresì di una decennale esperienza nell’ex circoscrizione avente sede a Molassana) tenta il salto in Consiglio Comunale.

Il centrodestra, che ha perduto per strada, oltre alla Lega, anche Enrico Musso e il movimento di cui è a capo, ripresenta Francescantonio Carleo, presidente uscente, in carica dal 2007, che alle passate elezioni aveva battuto il centrosinistra allora guidato da Giovanni Calisi (ancora in lista per il PD nel Levante). Per Carleo, ex Alleanza Nazionale, che è riuscito a traguardare i cinque anni di mandato nonostante una maggioranza non sempre disciplinata, questa volta sarà veramente dura. Non a caso, l’obiettivo di PD e compagni di cordata è di fare en-plein aggiudicandosi tutti e nove i municipi. Ma più per le divisioni interne nel campo avverso, che non per la bontà dei propri programmi.

Riflettori puntati anche su Primavera Politica, formazione dichiaratamente di ispirazione cattolica: con la candidata sindaco Simonetta Saveri, giovane avvocato (ed ex esponente del PDL), si candidano ad amministrare Comune e Municipi tutta una serie di volti nuovi, determinati a fare della dottrina sociale della Chiesa il contenuto del loro agire civico.

Giovedì 12 aprile si è svolta a Bavari, salone A.C.L.I., un’assemblea convocata dalla Lega Nord per discutere di problemi riguardanti la caccia: ma l’iniziativa, con la presenza del consigliere comunale, ricandidato, Alessio Piana, ha visto una partecipazione non esaltante. Venerdì 20 aprile tocca invece a Liguria Moderata incontrare i cittadini di Bavari sempre nel salone A.C.L.I.; domenica 29, a San Desiderio, il circolo PD Valle Sturla invece ha indetto un’assemblea pubblica per discutere con i cittadini delle sorti dell’ex civica depositeria, che il Comune ha recentemente deliberato di dimettere. Probabile, anche se al momento non ancora definito, un incontro pubblico del PD a Bavari, a inizio maggio, per presentare a iscritti ed elettori i candidati in Municipio e in Comune.

La situazione economica e sociale del Paese è talmente precaria che è probabile, a questa tornata, il verificarsi di un forte astensionismo. Spetterà proprio ai candidati riconquistare la fiducia dei tantissimi cittadini delusi e disillusi da anni di promesse mancate e di esempi ben poco edificanti. Ma ad una (ancora tutta da verificare) fiducia riconquistata, dovrà corrispondere un’azione amministrativa puntuale, rigorosa, onesta. Finalmente.

LORENZO PERINOT

Lascia un messaggio

Tu devi essere loggato Inserire un commento.



Better Tag Cloud