Il giornale di Bavari e dei Bavaresi
Wednesday November 14th 2018
Blog on-line del supplemento ad AcliGenova "Il Dragobuono" magazine di attualità, politica, cultura, spiritualità edito dal Circolo A.C.L.I SanGiorgio di Bavari. Associazione laicale cristiana di promozione sociale (L.383/07-12-2000) fondata in Bavari come Società Operaia Cattolica di mutuo soccorso il 4 maggio 1913 Direzione,redazione,amministrazione: Via Benito Merlanti,3 - 16133 Genova-Bavari Recapiti telefonici:0103450785 - 0103450496 email: redazione@aclibavari.org C.F. 80101310102

BAVARI INSIEME 2012, CROCE AZZURRA ÜBER ALLES

Si è svolta dal 31 agosto al 16 settembre l’ormai classica olimpiade strapaesana. Meritato successo della Croce Azzurra. L’anno prossimo diverse novità nella formula per ravvivare la partecipazione popolare, un po’ in calo. I proventi della sottoscrizione a premi devoluti ad ACLI e SMS come contributo per il duplice centenario del 2013.

Il logo della manifestazione, nata nel 1986 e giunta alla 14.ma edizione

È stata consegnata agli archivi della memoria la 14.a edizione di «Bavari Insieme – Le Olimpiadi Strapaesane di Bavari». Quattordici edizioni, ma in realtà ventisei anni di vita (la manifestazione è nata nel 1986 per iniziativa del compianto presidente del Circolo A.C.L.I. Livio Greco), pur inframmezzati da un lungo black-out tra il 1996 e il 2008. Per il secondo anno consecutivo, «Bavari Insieme» si è svolto non all’inizio ma alla fine dell’estate, a causa, soprattutto, dell’alto numero di feste e sagre campestri che da un paio d’anni “congestiona” il periodo immediatamente successivo alla fine della scuola. Altra novità, questa edizione non ha avuto la durata canonica di una settimana, ma si è svolta durante i primi tre week-end di settembre (avrebbero dovuto essere due, ma il maltempo ha costretto a posticipare sino a domenica 16 l’attesa finale). La fine della bella stagione e qualche bizza climatica hanno sicuramente inciso sulla presenza del pubblico, che è stato partecipe ma un po’ meno numeroso del solito. Sempre alto comunque l’apprezzamento degli intervenuti per l’impegno veramente grande degli organizzatori, guidati dal coordinatore Fabio Padoan, ideatore, peraltro, dell’emozionante gara sui carretti a cuscinetto andata in scena tra Piazza San Giorgio e via Merlanti la sera di sabato 8 settembre.

Il podio finale di Bavari Insieme 2012

Di solito si dice che chi entra papa in conclave ne esce cardinale, ma quest’anno tutti i “bookmakers” davano ultrafavorita la Croce Azzurra, che in effetti ha dominato in lungo e in largo: dalla prima serata sino all’ultima è stata saldamente in testa, tenendo sempre a debita distanza le potenziali inseguitrici. Le quali, un po’ meno attrezzate, e in certi casi a ranghi momentaneamente ridotti rispetto agli anni precedenti, non hanno mai troppo impensierito la Pubblica Assistenza, competitiva in ciascuna delle ben quindici gare che hanno scandito lo svolgimento di «Bavari Insieme» 2012: la gimkana sulle carriole, il tiro alla fune, la corsa nei sacchi, il concorso del musichiere, il gioco acquatico e il ping pong song, la bicismania e l’uovo pazzo, la corsa sui carretti, la corsa sugli asini e il concorso ippico, la caccia al tesoro under 14, la prova di forza, il concorso delle torte e l’albero della cuccagna.

Nove le associazioni che si sono cimentate in queste competizioni: il Circolo A.C.L.I. San Giorgio, il Circolo Cacciatori Bavari e Alta Valle Sturla, la Confraternita San Bernardo, il Genoa Club Bavari, l’Oratorio Parrocchiale San Giorgio, la P.A. Croce Azzurra, la Scuderia La Riviera, la Società Ippica del Bardigiano, la Società Mutuo Soccorso «Operai e Contadini». I proventi della consueta sottoscrizione a premi, al netto delle spese vive, saranno quest’anno devoluti alla Società di Mutuo Soccorso e al Circolo A.C.L.I. che nel 2013 festeggeranno, a pochissimi giorni di distanza, il loro centenario. Un modo per dimostrare il concreto sostegno di Bavari e dei bavaresi per due storiche aggregazioni del posto, sorte un secolo fa come patto di mutua solidarietà tra lavoratori manuali, in un’epoca in cui i diritti individuali e le tutele sociali in gran parte non esistevano ancora.

«Bavari Insieme» è un’insieme di associazioni ma anche delle persone che le compongono: ci sembra giusto menzionare chi più si è distinto per sportività e spirito di partecipazione: Stefano Ruffinelli, Michele Falchetto, Andrea Padoan, per la Croce Azzurra; Marco Rosati, Laura Sciaccaluga e Enrico Sidari, per il Circolo A.C.L.I.; Alessandro Colucci per la S.M.S.; e tanti altri, come Tiziana Guidi e Ugo Villa, che, come gli innumerevoli bambini, hanno concorso un po’ a favore di tutti i nove gruppi senza badare a tessere e bandiere. Ugualmente, una menzione la meritano gli esercenti che hanno generosamente offerto i premi per la lotteria: i ristoratori («Cacciatori», «Crista», «Giallo», «Bavari Sport Cafè»), le due macellerie Noceti e Sella, il centro estetico SoLara, la Cooperativa di Consumo).

L'Albo d'Oro di Bavari Insieme

Sul podio, oltre alla Croce Azzurra prima classificata, sono saliti al secondo posto l’Oratorio Parrocchiale, e al terzo il Circolo A.C.L.I., che deteneva il titolo sin dal 2010. Sono stati proprio i rappresentanti aclisti a consegnare ai volontari della Croce l’ambito Gonfalone di Bavari, che riproduce l’antico stemma comunale del paese: il leone coronato e rampante. L’associazione vincitrice ora avrà in custodia lo stendardo, fino alla prossima edizione di «Bavari Insieme», che, hanno rivelato gli organizzatori, sarà probabilmente strutturata su base rionale e non associativa, per rinfrescare un po’ la formula della manifestazione e ravvivare un sano campanilismo di contrada.

Fabio Padoan, coordinatore di Bavari Insieme 2012

Il coordinatore Fabio Padoan ha dichiarato: «Sono lusingato dell’esito della nostra kermesse, spero che quello che abbiamo raccolto possa essere una goccia importante per l’ACLI e la SMS che il prossimo maggio festeggeranno il centenario e che noi tutti aspettiamo con ansia. Non c’è stata una grande partecipazione, forse abbiamo sbagliato qualche cosa e per questo vedremo di migliorarci, ma lo scopo prioritario anche quest’anno l’abbiamo raggiunto ed è stato quello di divertirci giocando con i nostri figli. A Bavari abbiamo un grande gruppo con grandi risorse e dobbiamo continuare a coltivarlo». Perciò, occhi puntati sul 2013, perché c’è ancora tanto da fare.

(Redazione)

_____________________________________________________________

FOTOGALLERY DI BAVARI INSIEME 2012

(cliccare per ingrandire l’immagine)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un messaggio

Tu devi essere loggato Inserire un commento.



Better Tag Cloud