Il giornale di Bavari e dei Bavaresi
Wednesday November 14th 2018
Blog on-line del supplemento ad AcliGenova "Il Dragobuono" magazine di attualità, politica, cultura, spiritualità edito dal Circolo A.C.L.I SanGiorgio di Bavari. Associazione laicale cristiana di promozione sociale (L.383/07-12-2000) fondata in Bavari come Società Operaia Cattolica di mutuo soccorso il 4 maggio 1913 Direzione,redazione,amministrazione: Via Benito Merlanti,3 - 16133 Genova-Bavari Recapiti telefonici:0103450785 - 0103450496 email: redazione@aclibavari.org C.F. 80101310102

Il Pan di Spagna? Made in Genova!

E’ uno dei dolci più semplici a base di uova, zucchero, farina. E’ un impasto morbido e soffice, cotto al forno. Raramente è servito “da solo”; molto spesso è farcito, accompagnato da salse e creme che lo impreziosiscono.

Piace a grandi e piccini. Alzi la mano chi in cucina non si è mai cimentato con questa ricetta. Oggi si compra già pronto al supermercato ma quello casalingo è tutta un’altra cosa.

Di cosa stiamo parlando? Del celeberrimo Pan di Spagna.

Il nome fa venire alla mente suggestioni andaluse, gelsomini profumati e nacchere… invece il Pan di Spagna è tale solo in Italia; negli altri paesi europei è conosciuto come Pasta Genovese. Eh scì! O l’è zeneize !

Pare sia nato intorno al XVIII secolo quando un cuoco genovese, Giobatta Cabona, si recò alla corte di Spagna al seguito del nobile marchese Domenico Pallavicino, ambasciatore genovese a Madrid. Sappiamo dalla Storia con la esse maiuscola che i rapporti tra Genova e la Spagna, dall’epoca di Andrea Doria in poi, furono sempre molto stretti.

Lo chef, in occasione di un luculliano banchetto, presentò ai dignitari iberici un dolce particolarmente raffinato e di straordinaria leggerezza, gustosissimo e adatto ai palati più raffinati. L’impasto si preparava a caldo, mescolando gli ingredienti in una ciotola appoggiata sopra una pentola d’acqua in ebollizione.

Ora si prepara in modo diverso, “più pratico”.

Inizialmente il dolce venne battezzato Pâte Génoise, cioè Pasta Genovese in ricordo del Cabona che ne fu l’inventore. Successivamente, in onore della Spagna e della sua corte il dolce prese il nome di Pan di Spagna.

Ricordate orgogliosamente, però, che se vorrete ordinare una fetta di questa torta in Spagna, Francia, Inghilterra e via dicendo dovrete chiedere una fetta di Pasta Genovese.

CATERINA DE FORNARI

Lascia un messaggio

Tu devi essere loggato Inserire un commento.



Better Tag Cloud