Il giornale di Bavari e dei Bavaresi
Sunday September 23rd 2018
Blog on-line del supplemento ad AcliGenova "Il Dragobuono" magazine di attualità, politica, cultura, spiritualità edito dal Circolo A.C.L.I SanGiorgio di Bavari. Associazione laicale cristiana di promozione sociale (L.383/07-12-2000) fondata in Bavari come Società Operaia Cattolica di mutuo soccorso il 4 maggio 1913 Direzione,redazione,amministrazione: Via Benito Merlanti,3 - 16133 Genova-Bavari Recapiti telefonici:0103450785 - 0103450496 email: redazione@aclibavari.org C.F. 80101310102

Gennaio, Giano… e Genova. Il mistero di un toponimo.

L’ORIGINE DEL NOME GENOVA

Quando arriva il primo gennaio siamo tutti traboccanti di buoni propositi per i dodici mesi a venire. “Farò più sport, mi metterò a dieta, dedicherò più tempo alla famiglia” e compagnia cantando. Il mese di gennaio è lindo e pulito come l’agenda nuova che sta lì, intonsa, pronta a ricevere note, appunti e promemoria.

Il Giano Bifronte in Sarzano

Il mese di gennaio prende il nome da IANUS ovvero GIANO, il dio raffigurato con due volti opposti. Guardava nelle due direzioni dello spazio – avanti e dietro – e le due direzioni del tempo – passato e futuro. E’ una divinità legata al pantheon romano. Era molto venerato dai nostri progenitori e in suo onore, IANUARIUS (il mese di Giano) fu chiamato il primo mese dell’anno dopo il solstizio invernale.

Anche la nostra città potrebbe avere un legame con Giano. Le leggende fioccano. Chi dice che la città fu fondata da Giano, principe troiano compagno di Enea e come lui fuggiasco da Troia. Altri invece raccontano che la città è come il dio Giano: ha due “volti” uno verso il mare e l’altro verso l’entroterra oppure i due specchi acquei ai lati del promontorio dove è nato il primo porto.Nel Medioevo piaceva molto credere che il termine Genova derivasse dal latino IANUA: porta. Genova era una porta per il commercio verso la Pianura Padana ed uno sbocco verso il mare.

L’ipotesi più verosimile deriva da un’indagine glottologica molto accurata che segnala due radici indoeuropee per il nome Genova. La prima sembra derivare dal termine “mascella”, “bocca” intesa come città di sbocco. La seconda indica la parola “gomito” ovvero la forma dell’insenatura del porto.C’è anche una possibile radice greca da “Xenos” (straniero) inteso come un porto ritrovo di stranieri. In realtà questa è un po’ tirata per i capelli ma è comunque una teoria affascinante.

E restando nel campo mitologico se decidessimo di passeggiare in piazza di Sarzano ricordiamoci che l’origine del nome, anche se misteriosa, pare derivi dalla mitologia ovvero da “Arx Jani”, cioè fortezza o sede di Giano.

Facciamoci coraggio! Anche noi abbiamo un bel po’ di mitologia nelle nostre origini e non dobbiamo sentirci da meno di un qualunque “foresto” della capitale.

CATERINA DE FORNARI

Lascia un messaggio

Tu devi essere loggato Inserire un commento.



Better Tag Cloud