Il giornale di Bavari e dei Bavaresi
Wednesday July 8th 2020
Blog on-line del supplemento ad AcliGenova "Il Dragobuono" magazine di attualità, politica, cultura, spiritualità edito dal Circolo A.C.L.I SanGiorgio di Bavari. Associazione laicale cristiana di promozione sociale (L.383/07-12-2000) fondata in Bavari come Società Operaia Cattolica di mutuo soccorso il 4 maggio 1913 Direzione,redazione,amministrazione: Via Benito Merlanti,3 - 16133 Genova-Bavari Recapiti telefonici:0103450785 - 0103450496 email: redazione@aclibavari.org C.F. 80101310102

Ex Primavera, verso uno spazio polivalente?

Un’interpellanza di Mangini (PD) in Municipio riapre il dibattito sulla destinazione d’uso dei locali di Via Casale: la proposta di una gestione associativa con diritto di fruizione da parte della scuola.

L’interpellanza, alla quale ha dato risalto anche la stampa cittadina, è stata presentata e ha ri­scosso un consenso bipartizan (il capo dell’opposizione di centrodestra in Municipio, France­sco Carleo, si è detto del tutto favorevole). Adesso l’ormai vexata quaestio dei locali dell’abortita Sezione Primavera di Bavari approderà in Comune, presso l’assessorato alle politiche scolastiche e dunque sulla scrivania dell’assessore Pino Boero.

L’ingresso della scuola primaria “Gioiosa” di Bavari.

Il problema, che era già stato ampiamente discusso lo scorso anno, è stato riportato agli onori della cronaca dal consigliere municipale PD Alessandro Mangini, che già nel 2013 era stato primo firmatario di una mozione – poi approvata all’unanimità – intesa a richiedere al Co­mune di verificare le reali possibilità di riapertura della Sezione Primavera.

Da quest’opera di verifica e di monitoraggio è emersa la mancanza di una significativa do­manda, numericamente congrua, da parte della cittadinanza residente a Bavari e negli imme­diati paraggi. «A questo punto» spiega Mangini «i dati del problema sono cambiati. Non si tratta più di riaprire una struttura scolastica, ma di dare un senso e un ruolo a degli spazi pub­blici che altrimenti rischiano di essere inutilizzati e abbandonati, mentre devono rappresen­tare una risorsa stabile e polivalente per la comunità nel suo insieme».

L’aula consiliare del Municipio Levante.

La proposta è quindi quella di creare un bando finalizzato all’assegnazione di quei locali ad uso associativo, dando contestualmente alla Scuola Primaria e dell’Infanzia la possibilità di fruirne per attività di educazione fisica o di laboratorio in genere, in orari concordati. L’associazione aggiudicataria otterrebbe pertanto la gestione dell’immobile (che è parte inte­grante del plesso scolastico di Via Merlanti/Via Casale), e nel contempo esso manterrebbe, in forza di contratto, una finalità educativo-pedagogica rivolta agli alunni dei due istituti. Una si­mile impostazione potrebbe da un lato promuovere realtà associative in cerca di sede, capaci di portare un valore aggiunto alla comunità di Bavari, e dall’altro soddisfare la dirigenza scola­stica, che, attraverso il direttore prof. Gino Facen, aveva a sua volta manifestato interesse per que­gli spazi.

«Una proposta di questo tipo» aggiunge Mangini «non vuol essere un coniglio tratto fuori dal cilin­dro e nemmeno un ballon d’essai utile a capire la reazione delle istituzioni e gli umori dell’opinione pubblica;, vuole essere invece l’avvio di un percorso di partecipazione allargato, di cui devono farsi attori non solo la civica amministrazione nelle sue diverse articolazioni, ma anche scuola, associazionismo e cittadini in genere».

L’assessore Michele Raffaelli, dichiarando che l’interpellanza di Mangini dà il giusto im­pulso per attivarsi in questa direzione, ha voluto anticipare che, se la scelta politica è chiara e condi­visa, c’è tuttavia il rischio di un ostacolo di ordine burocratico: l’investimento erogato dalla Regione per la realizzazione della Sezione Primavera potrebbe aver fissato un vincolo nella destinazione d’uso dei locali, riservandoli in via esclusiva alla prima infanzia.

In Via Pinasco, così come a Bavari, ci si augura che questa partita la vinca la buona politica e non la burocrazia.

(Redazione)

Lascia un messaggio

Tu devi essere loggato Inserire un commento.



Better Tag Cloud