Il giornale di Bavari e dei Bavaresi
Friday August 17th 2018
Blog on-line del supplemento ad AcliGenova "Il Dragobuono" magazine di attualità, politica, cultura, spiritualità edito dal Circolo A.C.L.I SanGiorgio di Bavari. Associazione laicale cristiana di promozione sociale (L.383/07-12-2000) fondata in Bavari come Società Operaia Cattolica di mutuo soccorso il 4 maggio 1913 Direzione,redazione,amministrazione: Via Benito Merlanti,3 - 16133 Genova-Bavari Recapiti telefonici:0103450785 - 0103450496 email: redazione@aclibavari.org C.F. 80101310102

25 aprile, Bavari ricorda Partigiani e Caduti

Bavari ha particolarmente solennizzato il 70° anniversario della Liberazione. Come ogni anno, la P.A. Croce Azzurra, la Società Mutuo Soccorso «Operai e Contadini» e il Circolo A.C.L.I. «San Giorgio» hanno organizzato una cerimonia di commemorazione che, in questa occasione, ha goduto di una rilevanza e di una partecipazione decisamente superiori rispetto al recente passato.

Alle 10.45 i presenti, quasi un centinaio, radunatisi sul piazzale della chiesa parrocchiale dinanzi al monumento ai caduti, hanno ascoltato in composto silenzio l’Inno Nazionale diffuso dall’impianto audio del campanile, per gentile concessione del parroco.

Il presidente del Municipio Levante Nerio Farinelli mentre tiene l’orazione ufficiale

Quindi, il Presidente del Municipio Levante Nerio Farinelli (accompagnato dal consigliere di maggioranza Luca Valerio) ha tenuto l’orazione ufficiale, avendo cura di mettere in piena evidenza il nesso indissolubile tra l’esperienza della lotta partigiana e la successiva fase storica culminante della proclamazione della Repubblica e nella promulgazione della Costituzione. Un bene comune, quest’ultimo, da difendere da ogni tipo di attacco o tentativo di stravolgimento.

Su iniziativa del dott. Marcello Villa, neo-consigliere della Croce Azzurra, e con il diretto e attivo coinvolgimento degli alunni della Scuola Primaria “Gioiosa” coordinati dalla maestra Annalisa Ferrarese, sono stati ricordati, ripercorrendone le principali tappe biografiche, alcuni dei caduti bavaresi nel corso della seconda guerra mondiale: un momento molto commovente, reso ancor più emozionante dalla presenza e testimonianza dei congiunti. L’iniziativa, denominata «Un nome, una storia» proseguirà anche in futuro e ad ogni simile manifestazione sarà via via fatta memoria degli altri figli di Bavari morti al fronte. L’idea non è naturalmente quella di esaltarne le gesta belliche, ma di perpetuarne il ricordo sottolineando la drammaticità della guerra, fonte di lutti e di rovina per i popoli.

Dopo la menzione dei nomi di tutti i caduti bavaresi delle due guerre mondiali (compresi i cinque sfortunati bambini tragicamente periti a causa di un incidente fortuito con un ordigno inesploso nell’autunno 1944), l’arciprete-parroco padre Riccardo Saccomanno ha benedetto il monumento e, al suono del silenzio, vi sono state deposte due corone di alloro.

È seguito il corteo con i vessilli delle Associazioni e il gonfalone dell’ex Comune di Bavari (portato dai bambini) che ha raggiunto il locale cimitero in via ai Piani di Ferretto, dove, presso il Sacrario, ai piedi del quale sono state deposte altre corone, l’arciprete ha guidato un momento di preghiera di suffragio.

Infine, una rosa rossa con coccarda tricolore (il “fiore del partigiano”) è stata deposta sulla tomba di Paolo Emilio Taviani, un’altra su quella di Gaetano Barbareschi, una terza al Sacrario. Si è trattato del particolare omaggio che le tre Associazioni promotrici hanno voluto compiere nei confronti di tre combattenti per la libertà strettamente legati a Bavari: Taviani e Barbareschi, capi partigiani, padri costituenti e ministri della Repubblica; e Benito “Giorgio” Merlanti, che giace altrove, morto appena ventenne nel 1946 a causa delle ferite riportate durante la guerra di liberazione.

La mattinata si è poi conclusa nella sede della Società Mutuo Soccorso, dove la S.M.S. ha offerto agli intervenuti un familiare e abbondante rinfresco.

(Redazione)

Lascia un messaggio

Tu devi essere loggato Inserire un commento.



Better Tag Cloud