Il giornale di Bavari e dei Bavaresi
Tuesday September 18th 2018
Blog on-line del supplemento ad AcliGenova "Il Dragobuono" magazine di attualità, politica, cultura, spiritualità edito dal Circolo A.C.L.I SanGiorgio di Bavari. Associazione laicale cristiana di promozione sociale (L.383/07-12-2000) fondata in Bavari come Società Operaia Cattolica di mutuo soccorso il 4 maggio 1913 Direzione,redazione,amministrazione: Via Benito Merlanti,3 - 16133 Genova-Bavari Recapiti telefonici:0103450785 - 0103450496 email: redazione@aclibavari.org C.F. 80101310102

Carleo, ecco la nuova giunta

Patrizia Arrighetti, Federico Bogliolo, Sonia Paglialunga: questa la squadra schierata dal nuovo presidente del Municipio Levante e votata anche dalla minoranza. Prove di dialogo per adesso riuscite.

Il consiglio municipale con, al centro, la nuova giunta Carleo

Dopo poco più di una ventina di giorni dall’“incoronazione” del presidente Francesco Carleo, vincitore, a Levante, della tornata amministrativa di giugno 2017, l’organigramma politico del Municipio IX si è quasi del tutto completato con la nomina della nuova giunta e la ratifica della composizione delle commissioni consiliari. Vi ha provve­duto il consiglio riunitosi il 26 luglio.

La giunta, organo esecutivo del Municipio che affianca il “minisindaco” nello svolgimento del suo ruolo, ri­sulta così composta, oltre che da Carleo, da Federico Bogliolo, vicepresidente (Forza Italia), da Patrizia Ar­righetti (lista Bucci) e Sonia Paglialunga (Lega Nord), entrambe assessori. Il presidente, che è sostanzial­mente riuscito a dare spazio a ogni forza politica scesa in campo a suo sostegno, si è riservato di procedere in un momento successivo all’assegnazione delle deleghe vere e proprie.

Federico Bogliolo, vicepresidente del Municipio Levante

Il nuovo vicepresidente è un giovane nerviese di nemmeno 25 anni, laureato in legge, già al secondo man­dato come consigliere municipale. Bogliolo, stravotato lo scorso 11 giugno (ha sfiorato le 350 preferenze, almeno una in ciascun seggio), era entrato in Municipio sin dal 2012 con la Lista Musso; smarcatosene quasi su­bito per costituire il gruppo UdC (ancora nell’alveo del centrodestra), dopo un paio d’anni, passato a Pro­gresso Ligure al seguito di Stefano Anzalone, ha continuato il suo percorso all’interno dell’ex maggioranza di centrosinistra, per poi riapprodare, poco prima delle elezioni 2017, sulla sponda opposta, nel partito berlu­sconiano. Intelligente e capace, sarà senza dubbio uno degli uomini-chiave di questo ciclo consiliare.

Patrizia Arrighetti

La nomina di Patrizia Arrighetti ad assessore è un’ottima notizia per la Valle Sturla. Residente a Borgoratti, conosciuta anche a Bavari, la neo-assessore potrà fungere da anello di congiunzione tra le zone collinari e il litorale, due realtà per loro natura molto eterogenee e molto spesso incomunicanti. Anche lei al secondo mandato consiliare, era entrata in Municipio nell’autunno 2015 in sostituzione di un consigliere dimissiona­rio, segnalandosi come uno dei componenti più attivi del parlamentino del Levante. Politicamente rappresenta l’area del civismo di centrodestra ed è da sempre persona molto impegnata nel sociale.

Sonia Paglialunga

Sonia Paglialunga è una nota professionista genovese, titolare di uno studio di commercialista e consulenza del lavoro nel centro cittadino. Candidata nelle liste della Lega Nord ma non eletta, Carleo l’ha cooptata come assessore esterno, valendosi di una prerogativa riconosciuta al presidente dallo statuto municipale e applicata un po’ ovun­que. Porta con sé un importante bagaglio di competenze in campo economico.

La nomina della nuova giunta è stata votata all’unanimità; anche la minoranza (PD, lista Crivello, M5S) ha espresso parere favorevole, anziché optare, come d’uso in questi casi, per l’astensione. Una decisione salu­tata con parole di grande apprezzamento da parte di Carleo, che vi ha visto una significativa apertura di credito nei confronti della nuova maggioranza e una positiva disponibilità alla collaborazione per il bene del Municipio.

Il consiglio municipale – quasi al gran completo – ha inoltre formalizzato la composizione delle tre commis­sioni consiliari e ha eletto Michele Raffaelli, capogruppo della lista Crivello e capo dell’opposizione di cen­trosinistra, quale vicepresidente del consiglio. Un incarico di garanzia, spettante alla minoranza in nome del bon ton istituzionale. Non va confuso con la carica di vicepresidente del Municipio. Il vicepresidente del consiglio non fa parte della giunta, limitandosi a convocare e a presiedere il consiglio in caso di assenza o impedimento del presidente.

Carleo ha infine esposto le sue linee programmatiche per il prossimo quinquennio, approvate a maggio­ranza. Nei loro interventi, Alessio Giannetti (PD) e Raffaelli hanno chiesto chiarimenti su alcune que­stioni (piscina di Nervi, ecocentro di Quarto, trasporto pubblico in collina, ex Press Inox a Sturla, Casa del Soldato), mentre il capogruppo pentastellato Roberto Lanini ha chiesto maggiore sostegno per il piccolo commercio, specialmente a Nervi.

(Redazione)

Lascia un messaggio

Tu devi essere loggato Inserire un commento.



Better Tag Cloud