Il giornale di Bavari e dei Bavaresi
Tuesday September 18th 2018
Blog on-line del supplemento ad AcliGenova "Il Dragobuono" magazine di attualità, politica, cultura, spiritualità edito dal Circolo A.C.L.I SanGiorgio di Bavari. Associazione laicale cristiana di promozione sociale (L.383/07-12-2000) fondata in Bavari come Società Operaia Cattolica di mutuo soccorso il 4 maggio 1913 Direzione,redazione,amministrazione: Via Benito Merlanti,3 - 16133 Genova-Bavari Recapiti telefonici:0103450785 - 0103450496 email: redazione@aclibavari.org C.F. 80101310102

1° novembre, il ricordo dei Caduti

Come ogni anno, Bavari ha ricordato tutti i suoi Caduti con una toccante cerimonia svoltasi nella mattina del 1° novembre. La festività religiosa di Ognissanti si è così prestata anche alla celebrazione del ricordo civile di chi ha combat­tuto per la libertà, l’unità e la sovranità del nostro Paese. Le note dell’Inno nazionale hanno accompagnato il rito dell’alzabandiera, mentre quelle della «Canzone del Piave» – da tutti intonate -, hanno suggestivamente richiamato alla mente le lontane vicende della Prima Guerra Mondiale e dell’eroica riscossa di Vittorio Veneto.

Foto ricordo con alcuni dei partecipanti alla cerimonia (fotografo: Massimo Borroni)

Sono intervenuti un buon numero di cittadini di ogni età, insieme ai rappresentanti istituzionali (il presi­dente del Municipio Levante Francesco Carleo, che ha tenuto l’orazione ufficiale, il consigliere comunale Claudio Villa delegato dal Sindaco Marco Bucci, il maresciallo della stazione dei Carabinieri di Molassana Marcellino Esposito), con il nuovo arciprete-parroco di Bavari padre Ennio Castellano, il viceparroco padre Nicola Radomile, i rappresentanti delle tre associazioni organizzatrici (Croce Azzurra, Società Mutuo Soccorso e Circolo Acli S.Giorgio) con i vessilli sociali e alcuni alunni della classe quinta elementare della Scuola «Gioiosa» di Bavari preparati dalla maestra Franca Taddei Colò.

Questi ultimi hanno dato lettura di due biografie di Caduti bavaresi, i soldati Pietro Spallarossa e Silvestro Giuseppe Cevasco, scritte sulla base di pazienti ricerche d’archivio condotte dal dott. Marcello Villa, appassionato cultore di storia locale, nonché di una poesia e di alcuni loro pensieri sul valore della pace e di critica alla guerra, “rovina dei popoli”, come recita il motto vergato sul monumento sito sul piazzale della chiesa parrocchiale di Bavari, presso il quale è stata deposta una corona d’alloro in memoria. È stata inoltre fatta menzione a voce alta del nome di tutti i Caduti, del primo come del secondo conflitto mondiale.

In composto corteo i presenti si sono quindi diretti alla volta del cimitero, dove, dopo la deposizione di un’altra corona d’alloro, il parroco p. Castellano ha presieduto un breve momento di preghiera e ammini­strato la benedizione al sacrario dei Caduti che qui sorge. Il malinconico e commovente suono del silenzio ha posto la parola fine alla bella manifestazione.

(Redazione)

Lascia un messaggio

Tu devi essere loggato Inserire un commento.



Better Tag Cloud